Sesso di gruppo: orgia la nuova trasgressione

di Valentina Commenta

E’ tempo di trasgressione per gli italiani? Stando agli ultimi sondaggi della maggior parte dei siti riguardanti i rapporti extraconiugali la risposta è più che positiva e soprattutto, direzionata verso non solo lo scambismo ma anche nei confronti del sesso di gruppo. Le orge, ammettiamolo, hanno sempre avuto una certa attrattiva per l’essere umano, che nei tempi antichi, privi di particolari morali religiose, si lasciavano andare con molta più facilità a baccanali estremi, dove il sesso era la portata principale.

Con il passare dei secoli e l’arrivo della religione a tentare di “sistemare” il caos dei costumi pagano, il sesso di gruppo, pur non passando realmente in secondo piano, ha iniziato ad essere presentato come una cosa sporca, da tenere nascosta e di cui non parlare. Nei nostri tempi, organizzare un orgia con l’aiuto di internet è di una semplicità decisamente avanzata.Non vi è bisogno, come accadeva una volta, di recarsi per forza in club privè o simili locali.

Le statistiche in questo caso ci aprono un mondo davvero particolare. Perché se quattro coppie su dieci sembrano non fare sesso o averlo comunque riposto in un angolo tra le cose “non importanti”, di coloro che lo fanno, almeno due su quattro fanno, e con soddisfazione, sesso di gruppo. E’ un po’ come il discorso dello scambismo: è la percezione del tradimento a mancare. Non essendo vissuto in tal modo la possessione sessuale del partner da parte di una terza persona, va a cadere il tabù del sentimento e ciò che rimane è essenzialmente divertimento e piacere allo stato puro.

O almeno così viene visto da coloro che vi partecipano. La cosa interessante è come nelle sue differenti accezioni il sesso di gruppo sia poi stato ripreso in maniera amatoriale dai produttori di siti porno. Pensiamo agli sperm party ad esempio. O alle gang bang amatoriali. Sebbene non tradizionali, rappresentano comunque una sfumatura della classica orgia. Con piena soddisfazione di tutti.

Photo Credit| Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>