Sesso anale, i rischi di cui tenere conto

di Valentina Commenta

Il sesso anale può essere molto soddisfacente, sia per gli uomini che per le donne, ma non per questo è esente da alcuni rischi dei quali tenere da conto nel momento in cui si abbia voglia indugiare in questa pratica antica quanto il mondo. Quali sono i rischi e cosa bisogna ricordare?

Fare attenzione per farlo di più

La pratica del sesso anale non è apprezzata da tutti: la cura e la manipolazione del lato B da questo punto di vista presuppongono una certa fiducia e coinvolgimento da entrambe le parti della coppia. le soddisfazioni possono essere moltissime e gli orgasmi altrettanto piacevoli ma ci sono dei rischi di cui si deve parlare per essere sicuri che tutto vada come dovuto.

La prima cosa da fare è non dimenticare che a differenza di una vagina, l’ano non è caratterizzato da una sua lubrificazione: ecco quindi che deve essere fornita dall’esterno. Non bisogna dimenticare che la penetrazione può creare delle lacerazioni che possono permettere al flusso sanguigno di essere contaminato da germi e batteri. Più in generale, se non si usa il condom e non vi è lubrificazione sale esponenzialmente la possibilità di infezione da parte di malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV tra le possibili. L’uso del lubrificante non elimina del tutto la possibilità di ferimenti ma per lo meno ne abbassa le probabilità.

Attenzione a incontinenza e problemi di salute

Tra i virus che possono essere trasmessi con il sesso anale vi è anche il papillomavirus umano che può causare sia la comparsa di verruche in loco che lo sviluppo di cancro anale. La vulnerabilità di questa parte del corpo non deve essere sottovalutata ai fini delle possibili problematiche dettate dalla disinformazione.

Sempre sulla stessa linea bisogna ricordare che la funzione dell’anno è quella di trasportare le feci che produciamo verso l’esterno e che lo sfintere, il muscolo regolatore, può essere indebolito dal continuo praticare sesso anale: se non si fa attenzione vi è il rischio di incontinenza. In tal senso gli esercizi di Kegel possono aiutare a correggere il problema o ancor meglio a prevenirlo.

Come regolarsi quindi per poter praticare al meglio il sesso anale senza incorrere in problemi? La prima cosa da fare è essere rilassati e sicuri di ciò che si sta per fare, avendo cura di acquistare un lubrificante adatto alla situazione e dei preservativi: il condom è infatti basilare sia per evitare il contagio da malattie sessualmente trasmissibili, sia per evitare lacerazioni capaci di portare conseguenze più gravi per la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>