Rapporti anali, ancora troppi tabù

di Valentina Commenta

Quando si parla di rapporti anali, a vincere sul piano sociale sono ancora i troppi tabù che questo modo di fare sesso porta con sé: il vero problema? Tale chiusura porta anche a una disinformazione che diventa rilevante nel momento in cui si rischia la trasmissione di malattie veneree e il protrarsi di comportamenti che possono essere considerati pericolosi per la salute.

Cosa sapere dei rapporti anali

Ovviamente nessuno si deve sentire costretto ad avere rapporti anali: si tratta di una pratica sessuale che deve essere condotta in modo consenziente e seguendo delle piccole “regole” di sicurezza, essendo la parte coinvolta molto delicata. La prima cosa da mettere in chiaro è che, a prescindere dalla profondità del rapporto personale tra due persone, a meno che non si facciano spesso controlli adeguati, l’uso del preservativo deve essere considerato obbligatorio.

Non sempre si ha la capacità di pulire a fondo la parte con docce anali e bisogna tenere conto di eventuali microlesioni che possono formarsi. L’uso del lubrificante adatto è basilare: immaginate di fare entrare a forza un treno in una galleria troppo piccola. I danni potrebbero essere molteplici e per poter godere di questa pratica sessuale è necessario evitare qualsiasi imprevisto.  È per questo motivo che è importante evitare di rimanere intrappolati nei tabù che lo riguardano e al contrario parlarne molto di più di quello che si fa normalmente.

E questo è un assunto valido sia per le donne che per gli uomini. Il non parlarne rende possibile coltivare il pregiudizio che per le coppie maschili omosessuali non esista altro tipo di rapporto sessuale che quello penetrativo, mentre si salta a piè pari la conoscenza di pratiche come il pegging nelle coppie eterosessuali, ovvero la donna che penetra l’uomo con un sex toys specifico o con uno strap on per stimolarne la prostata e donargli piacere.

Non vergognarsi di eventuali incidenti

Allo stesso tempo il mantenere l’assoluto riserbo sul sesso anale porta a non parlare proprio di uno dei suoi fattori che dovrebbe essere tenuto in considerazione: il fatto che si stimoli il corpo introducendo il pene all’interno dell’ano. È di basilare importanza lavare bene la parte e accertarsi che non si abbiano particolari stimoli alla defecazione: questo perché lo “stantuffare” potrebbe avere un effetto “sturalavandini” sulla parte e causare la fuoriuscita di materiale.

Deve essere compreso: mantenere tabù sul sesso anale porta solo a eventuali problematiche legate al viverlo al meglio. Qualcosa che dovrebbe essere  totalmente evitto se si vuole godere degli orgasmi che questa pratica sessuale potenzialmente promette per uomini e donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>