Rapporti orali sulla metro a Milano, perché?

di Valentina Commenta

Qualche giorno fa una coppia di persone è passata indegnamente alla storia per aver consumato un rapporto orale all’interno di una delle vetture della metro di Milano. Dopo aver pensato che al peggio non c’è mai fine, la domanda successiva che ci si pone è: perché?

Anche nella camporella ci vuole decenza

Quando si parla di consumare dei rapporti sessuali all’aperto, sia che siano essi di normale fattura o siano rapporti orali ci sta che vi sia la componente del brivido e dell’eccitazione tout court ma al contempo viene sempre consigliato di rispettare una certa decenza nell’ approcciarsi al atto, in modo tale da non disturbare eventuali persone che possano trovarsi nella stessa zona. La camporella è un qualcosa che esiste da millenni e che è sempre stata condotta con attenzione e un minimo di pudore da qualsiasi coppia di qualsiasi orientamento sessuale se non per non dare fastidio al prossimo, perlomeno per evitare punizioni di sorta o multe legate alla legislazione del luogo e del tempo.

E quindi curioso venire a sapere che una coppia abbia deciso di darsi da fare in tal senso sulla metro a Milano in pieno giorno, in un vagone che non era assolutamente vuoto. Da una parte c’è lo sdegno per la messa in atto di un azione che sarebbe stato meglio evitare in un certo contesto, dall’altra vi è l’ilarità impossibile da fermare legata alla ridicolaggine di un simile comportamento da parte di due adulti in un luogo del genere.

Esibizionismo non è una giustificazione

Nessuno condanno ovviamente i rapporti orali di per sé stessi: c’è da condannarli se vengono in pubblico davanti a tutti. Con quale coraggio e faccia tosta sventagliare ai quattro venti una parte così importante della propria intimità? A meno di comportamenti dettati dall’uso di alcol e droghe risulta difficile comprendere cosa possa essere scattato nella testa di queste due persone che, va bene l’eccitazione e va bene anche la libido, hanno agito in modo totalmente inaccettabile.

Con molta probabilità, tra l’altro, non saranno state prese nemmeno le giuste precauzioni. Da qualsiasi punto di vista si osservi la questione, anche volendo fare delle battute scontate sul mancato rispetto del distanziamento, quello che è successo è da considerare inaccettabile. I due hanno mancato di rispetto a tutte le persone attorno a loro, costringendole a osservare qualcosa che potevano fare all’interno delle proprie abitazioni o delle proprie auto.

Addirittura un boschetto ha portato poteva essere qualcosa di più consono: lo ripetiamo, nessuno condanna la camporella e tutto quello che essa comprende, ma non è accettabile che si possa consumare un rapporto orale davanti a tutti: l’esibizionismo non è una giustificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>