Gara di sesso orale, la storia si ripete

di Valentina Commenta

Spread the love

Girovagando per la rete, alla ricerca di novità piccanti per voi, mi sono imbattuta per l’ennesima volta nella storia di quel gruppo di amici che goliardicamente si sono esibiti in una gara di sesso orale nell’aperto della loro magione vacanziera e che per questo sono stati multati ed arrestati. Presso l’isola di Zante. Beh, voi non ci crederete, negli ultimi anni in questo periodo, la notizia salta sempre fuori e viene spacciata da molti come recente.

Inizialmente ho letto la notizia con curiosità.. poi qualcosa ha iniziato ad essermi famigliare.  Il numero di coivolti, la posizione. Tagliando corto, ho scoperto che tra letture ed una mia diretta proposizione in altro luogo editoriale, sono incappata in questa notizia almeno quattro volte negli ultimi anni. Direi che è un po’ troppo, anche per una notizia gustosa e piccante. Il sesso orale attrae, in ogni sua sfumatura, ma a parlarne sempre nello stesso modo diventa stantio pure lui. Questi poveri cristiani quante volte sono finiti alle sbarre per una fellatio?

Il bello è che ogni anno un giornale/sito web differente si preoccupa di proporla ex novo come se fosse appena accaduta. Comprensibile da un certo verso. In fin dei conti, come sussurrava la lasciva Samantha Jones in Sex and The City, con un pompino (passatemi il termine, N.d.R.) si muove il mondo tenendo gli uomini per le palle, ma lo ripeto, c’è un limite a tutto.

Il nostro spirito voyeuristico ci spinge ad interessarci di queste notizie, un po’ perchè il sesso ci piace a prescindere se fatto/parlato/ visto, un po’ perchè con l’estate ed i primi caldi si ha bisogno di qualcosa per tirarsi su. E che c’è di meglio che disquisire di erezioni e sesso orale se non si può fare altro? Nulla. Se devo essere sincera però ho una curiosità: che fine avranno fatto i protagonisti della nostra storia?

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>