Più musica? Più sesso

di Valentina Commenta

Più musica, più sesso. E’ questa l’equazione che si evince da uno studio condotto recentemente da Sonos, azienda produttrice di sistemi per l’audio insieme ad Apple, la quale ha mostrato come negli ambienti dove si ascolta di più la musica, a prescindere dal frangente, vi sia una maggiore soddisfazione sessuale.

Una nozione da utilizzare in previsione di San Valentino dato che solitamente, in questa data, anche le coppie con figli ed impegnate pretendono di fare sesso. E a ben volere, aggiungiamo noi. Che la musica e la voglia di intimità fossero collegate lo sapevamo da tempo. E non solo perché spesso la stessa viene utilizzata come contorno di una seduzione più o meno ben pensata. Ma anche perché una melodia, tra le tante caratteristiche, può avere quella di essere sensuale e portare il corpo della persona che la ascolta ad uno stato di relax e coinvolgimento molto alto senza che la stessa venga toccata.

C’è una magia nell’ascolto che non ci stupisce causi nelle persone una voglia maggiore di fare sesso con il proprio partner. O in generale. Avete mai osservato i musicisti quando suonano uno strumento? Sembra che facciano l’amore con questi. E non è un caso. Ci sono un coinvolgimento ed un estasi che ricordano molto quella del coito. Ed allo stesso modo funziona per chi ascolta. E’ una sorta di scoperta, secondo i neurologi, di alcune parti primordiali di noi che abbiamo perso man mano che abbiamo raggiunto la civiltà come la conosciamo ora. San Valentino è alle porte: scegliete il ritmo giusto… e fate tanto sesso.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>