Dildo fai da te o tradizionali?

di Valentina Commenta

Dildo fai da te o tradizionali? Torniamo ancora una volta su questo discorso al fine di promuovere in tal campo la conoscenza necessaria al fine di divertirsi facendo sesso senza trovarsi improvvisamente al pronto soccorso per via di un uso sconsiderato di sex toys.

E’ importante comprendere che una sessualità vissuta bene ed in sicurezza è quello che si deve auspicare a raggiungere. Tutto ciò non è propriamente sinonimo di utilizzo di dildo fai da te. Per quanto si possa essere presi nell’estro della passione infatti non si dovrebbe rischiare che una verdura, per quanto inserita in un preservativo, si spezzi all’interno della vagina o nell’ano. Soprattutto se ci si trova nel bel mezzo di un rapporto con il proprio partner. Ciò non toglie che piccoli oggetti di uso comune  possano essere utilizzati se opportunamente igienizzati e disinfettati.

I sex toys fai da te non sono il massimo per provare un piacere serio e sicuro. Ma certamente un dildo fatto in casa è decisamente più auspicabile di un vibratore costruito con le proprie mani, magari utilizzando il motorino di uno spazzolino elettrico. Quello di cui bisogna tenere conto è come sempre la sicurezza. Puntate quindi ad utilizzare dei dildo comprati all’interno di un sexy shop: che siano di vetro, plastica o jelly, l’importante è che abbiano una resistenza tale da non spezzarsi o rompersi.

E soprattutto che siano anallergici: immaginate cosa potrebbe accadere se decideste di utilizzare un dildo fai da te costruito con un materiale in grado di causare reazioni avverse.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>