Tittooing, ecco il tatuaggio per capezzolo

di Giada Commenta

In Inghilterra non sanno più cosa inventarsi per far sì che le donne si avvicinino sempre di più alla chirurgia estetica. L’ultima novità proveniente dalla Gran Bretagna (e dagli studi medici dei chirurghi più pagati), neanche a dirlo, riguarda ancora una volta il seno che, dopo essere stato ridotto e ingrandito, si appresta ora a essere colorato e scurito. Ladies and gentlemen, ma soprattutto ladies, ecco il tittooing, il tatuaggio per capezzolo.

Il tittooing è un trattamento semipermanente che permette a tutte le donne di poter scurire il proprio capezzolo di qualche tonalità, un vezzo che, secondo molte, potrebbe rendere il seno più accattivante e sensuale agli occhi degli uomini. Il tatuaggio femminile viene svolto in due ore all’interno di uno studio medico certificato e ha un costo complessivo di 2000 euro (in totale, per entrambi i seni) ma la sua durata e la permanenza sulle tette delle fortunate, udite udite, durerà solo un anno. Dopo 365 giorni, infatti, il seno delle pazienti potrebbe già tornare al colore naturale mandando così in fumo la spesa appena sostenuta.

Secondo la stampa britannica sarebbero già molte le vip (e non solo) che si sarebbero concesse il trattamento tanto da creare un vero e proprio fenomeno, un must per le amanti della bellezza e degli interventi estetici.

Ma cosa spinge le donne a spendere una cifra così importante? Secondo le ragazze intervistate, e orgogliose esibitrici del capezzolo scurito, il tittooing sarebbe ormai un vero e proprio must per tutte le donne insicure del proprio seno e per tutte coloro che, potendo permettersi la spesa, sarebbero pronte a concedersi un trattamento unico e originale. Chi ha eseguito il tittooing infatti non sembra avere dubbi tanto da scrivere on line: “Con il tittooing potrò finalmente stare in spiaggia in topless senza vergognarmi del mio seno!”.

Occhi aperti in spiaggia, dunque!

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>