Sesso ed orge alle Olimpiadi invernali di Sochi 2014?

di Valentina Commenta

Accade sempre durante le manifestazioni sportive e le Olimpiadi invernali di Sochi 2014 non sembrano essere immuni da questo trend. A quanto pare nel Villaggio olimpico, per quanto decadente secondi ciò che si evince dalle testimonianze,  non ci si riposa solamente, ma sesso ed orge sarebbero il piatto quotidiano degli atleti.

Non è la prima volta che accade, né che voci del genere iniziano a girare su sesso ed orge. Certo, tutto acquista un sapore di ufficialità quando si viene a scoprire tramite la stampa che ufficialmente il Cio inizia a distribuire preservativi gratis ai propri atleti. Come biasimarli d’altrone? Prima di tutto, quando ci si sforza tanto per conseguire un risultato una piccola ricompensa ci vuole. Altra motivazione non trascurabile: se si vince la voglia di festeggiare c’è e cosa si può trovare di meglio nel piatto delle opportunità se non una bella scopata celebratoria? Non vi basta come input? Pensate semplicemente agli atleti ed alle atlete. Di sicuro hanno un bel corpo tonico e muscoloso sul quale anche noi da casa, vedendo le diverse performance abbiamo sicuramente fantasticato un poco. Detto questo,vi sentire di incolparli perché loro che possono toccarsi a vicenda decidono di farlo? Rimanere scandalizzati non è un tantino ipocrita in questo caso?

Ecco quindi che la decisione del Comitato Olimpico Internazionale di regalare condom lasciandoli nelle stanze degli atleti è comprensibile e più che accettabile.  Se poi volete una spiegazione professionale, tra le tante che abbiamo trovato nei media, senza dubbio quella della sessuologa Judy Kuriansky, della Columbia University di New York è la più calzante:

È come mettere tutti gli ingredienti in una pentola. Lo stress di un’Olimpiade causa tensione, ansia, energia e un massiccio rilascio di ormoni nell’organismo, come l’adrenalina e le endorfine. Tutti gli atleti conoscono bene lo ‘sballo del corridore’ quella sensazione orgasmica che si ha dopo un’intensa attività fisica.

Provate a fare due + due… ed il risultato è senza dubbio evidente.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>