Killing Kittens: orge, donne, sesso e reali inglesi

di Valentina Commenta

 Quando una donna si masturba, muore un gattino per volontà divina. E’ una leggenda che da secoli viene tramandata in Inghilterra. La buona salute della stirpe felina nel mondo confuta il concetto, ma non è questo che ci interessa, ma il fatto che da questa storia il locale hot per ricchi “Killing Kittens” prende il nome. Luogo dove si vocifera, anche l’attuale duchessa di Cambridge Kate Middleton abbia passato notti infuocate tra orge e festini in maschera.

Gli inglesi non vogliono ammettere di fare sesso e di provare piacere come tutti nel mondo, e mediaticamente hanno deciso di crocifiggere la giovane solo perché in passato frequentatrice del locale, almeno secondo la sua ex migliore amica, Emma Sayle, che nemmeno a dirlo, è l’addetta stampa del “Killing Kittens”. Volendo tralasciare i dettagli del gossip che vorrebbero diverse riviste fremere per pubblicare le foto della duchessa in succinte vesti, parliamo del locale, vero e proprio luogo glamour del sesso.

Si tratta di un posto esclusivo nel quale sono le donne a dettare le regole ed a decidere cosa fare. L’uomo, ad esempio, può entrare pagando salato solo se in coppia. Si tratta di un priveè esclusivo, dove solo i più facoltosi ed i nobili sono ammessi.  E come già sottolineato, solo la donna può prendere l’iniziativa. Può masturbarsi e lasciarsi guardare mentre lo fa, può decidere di sedurre in qualsiasi modo l’uomo e lasciarsi prendere nel modo che a lei più aggrada. Sesso orale, sesso anale o di gruppo. Non vi sono limiti.

Il locale ovviamente non si limita a rendere disponibile solo la location, ma offre tutta una serie di servizi in quelle due serate di apertura mensili da tutto esaurito.  Tra i quali non manca un rifornitissimo shop di sex toys di lusso, nel quale chiunque tramite la rete e i clienti nel locale possono acquistare ciò di cui necessitano per il proprio piacere.  Le orge sono tra le trasgressioni più messe in atto. Che male ci sarebbe se anche la Kate vi avesse indugiato?

Screenshot| Now Here This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>