Scopriamo le pratiche sessuali di Pupo

di Valentina Commenta

In occasione dell’uscita del suo nuovo album, il cantante Pupo si è aperto sulla sua vita sessuale in modo inaspettato, regalandoci uno scorcio molto più ampio e libero di quelle che sono state le pratiche sessuali da lui attuate nel corso della sua vita.

Il rapporto con moglie e compagna che riesce a condurre senza troppi scossoni da anni non è la cosa più particolare che Pupo abbia raccontato in queste ultime settimane. Quando si tratta di sesso il cantante e conduttore lo vive esattamente come quello che dovrebbe essere: un atto in grado di regalarci piacere con la persona che in quel momento sente giusta. Vorremmo definirlo un approccio pansessuale a dire il vero. Ecco cosa ha raccontato nel corso del programma radiofonioco”La Zanzara” su Rai24:

La verità è che ho avuto un periodo molto lungo di sesso compulsivo. Qualche volta c’è stata anche l’omosessualità. Attivamente, ma non conta niente. La passività, se ci pensi bene, è meravigliosa perché la stimolazione della prostata ti dà solo godimento. Il top per un uomo è fare l’amore, introdurre il membro eretto nella vagina e avere qualcosa che ti stimola la prostata da dietro. Questa è scienza. Non sono aperture moderne. I trans? È capitato. Ho anche sperimentato tecniche di masturbazione fantasiose fino allo stremo delle forze.

Ed affrontando il discorso tecnicamente ha perfettamente ragione: pensate al pegging ed al suo sdoganamento che ancora non riesce ad arrivare perché si confonde il metodo della stimolazione della prostata con la paura dei preconcetti sulla propria sessualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>