Fanni Guidolin, l’infermiera che parla di sesso (e ci serve)

di Valentina Commenta

Spread the love

Il nome Fanni Guidolin evoca poco in generale ma se diciamo che è l’infermiera che parla di sesso su Instagram magicamente la comprensione si accende. E viene spontaneo sottolineare come serva una persona preparata che ne parli come fa lei.

Perché prendersela con Fanni Guidolin è sbagliato

Anche noi immediatamente non abbiamo collegato il nome fino a che non abbiamo visto la sua faccia e abbiamo ricordato una clip che ci ha fatto pensare “finalmente se ne parla!”. Perché per quanto la Uls a cui fa riferimento si lamenti che sia poco decoroso, in realtà i video di Fanni Guidolin non solo sono divertenti ma arrivano al punto, senza dimenticare di essere informativi.

Al momento noi abbiamo visto sono una clip nella quale la donna spiega come approcciarsi in maniera corretta al sesso orale nei confronti di un uomo. Il mix tra linguaggio semplice e comprensibile, ironia e informazione ci spinge a volerlo suggerire per lezioni di educazione sessuale.

E’ inutile girarci intorno: l’educazione sessuale in Italia è inesistente. E questo porta a gravidanze indesiderate, malattie veneree in aumento. Addirittura a non riuscire a combattere come necessario malattie pericolose come l’Aids.

Perché quindi prendersela con chi potenzialmente mette in campo, in un account specifico su Instagram e senza violare alcuna regola, informazioni interessanti? Perché nel momento in cui spiega come fare del sesso orale su un uomo Fanni Guidolin fa essenzialmente un servizio pubblico.

In Italia ignoranza sul sesso è altissima, con conseguenze

Non sono leggende metropolitane quelle che vogliono alcuni uomini ancora adesso non capire dove sia posizionata la clitoride. O che più in generale i giovanissimi soprattutto non abbiano ben chiaro quanto possa essere importante prendere delle precauzioni. Soprattutto quando si fa del sesso occasionale e a prescindere dal covid.

Tra l’altro come avviene di solito in Italia vengono assolutamente fuorviate le informazioni relative a quello che questa infermiera fa. Facendola passare per una persona che non è. Senza contare che all’interno dei suoi video non viene assolutamente mimato l‘atto sessuale. Instagram su questo è molto severo e avrebbe cancellato i video, va ricordato.

E in un paese come l’Italia, dove sempre di più il sesso per la maggior parte dei giovani corrisponde solo a porno, sapere come funziona realmente l’atto e avere le giuste informazioni è solo che un guadagno per le loro vite.

Per quanto riguarda Fanni Guidolin, quindi,  dovremmo smetterla di essere dei bacchettoni rompiscatole. E abbracciare il fatto che ci sia bisogno di educazione sessuale. Ben venga se viene fatto in questo modo divertente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>