Si masturba in cam, lui diffonde il video in rete

di Valentina Commenta

Metti una ragazza innamorata del proprio compagno che si fa riprendere per farlo contento mentre si masturba. Un filmato privato che tale doveva rimanere in eterno. La realtà dei fatti? I due si lasciano e la donna finisce in rete, facendo il giro del mondo e quello dei siti porno amatoriali. Si poteva evitare? La risposta è ovviamente positiva.

Cosa vi suggeriamo sempre di fare quando si tratta di telecamere e sesso? Accertarvi che non esistano copie dei vostri intrallazzi amorosi in mani che non siano le vostre. Questo perché il revenge porn, la pubblicazione di filmati e foto osè da parte di ex partner è così diffusa che… prevenire è meglio che curare. La ragazza in questione, originaria di Zurigo, in Svizzera, si era masturbata con una bottiglia di tè freddo, in compagnia del suo ragazzo che la stava filmando. Tutto bene finché l’amore è durato poi per ripicca, finita la storia, lui ha pubblicato tutto.  Con ovvia disperazione da parte della donna.

Non si tratta di un episodio isolato. Ricordate il sito IsAnyoneUp , poi chiuso? Quando una persona si sente ferita, punta solamente a fare del male al proprio “problema”. E quale modo migliore di vendicarsi se non quello di mettere in linea, sottoponendo ad una pubblica umiliazione chi è stato il primo “feritore”? Il rapporto tra sesso e tecnologia può essere molto piacevole, ma anche molto pericoloso.  Con tutti i casi di sex tape rubati archiviati fino ad ora, non si dovrebbe più rimanere sconvolti di tutto ciò, ma puntare a proteggersi da eventuali incidenti come questo occorso alla ragazza di Zurigo.

Ben venga la telecamera, se però il frutto del sexy diversivo rimane ben custodito e se tra le persone si pensa ci possa essere rispetto anche dopo un’eventuale fine della storia. Diventare inconsapevoli protagonisti di un porno amatoriale non è certo ruolo a cui aspirare. A meno che non lo si voglia.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>