Sesso occasionale al tempo del coronavirus

di Valentina Commenta

Il sesso occasionale al tempo del coronavirus è decisamente differente da quello che già solo due anni fa era possibile sperimentare preoccupandosi solo, si fa per dire, di utilizzare il preservativo e aver scelto la persona giusta.

Fare più attenzione alla salute

Inutile girarci intorno: il fatto che sia in atto una pandemia presuppone portare l’attenzione verso particolari ai quali prima non si sarebbe mai fatto caso e soprattutto rende necessario accertarsi delle effettive condizioni di salute della persona con la quale si vuole interagire. Potrà sembrare comico, ma ora come ora prima di lasciarsi andare all’avventura di una notte  sarebbe il caso di avere riprova della condizione vaccinale o dell’esecuzione di un tampone nasofaringeo con risultato negativo: non si può rischiare di mettere a repentaglio la propria salute o quella dei propri cari con una malattia che in alcuni casi può rivelarsi potenzialmente mortale.

A prescindere da ciò, va comunque sottolineato che il sesso occasionale non viene diverse snaturato, soprattutto grazie all’utilizzo di applicazioni di dating che mai come ora sono diventate basilari per potersi destreggiare in questa giungla. Programmi e siti che venivano utilizzati anche in precedenza ma che non venivano considerati come vitali per raggiungere l’obiettivo, visto che si faceva comunque affidamento sulla capacità di incontrare persone all’interno dei locali e delle discoteche. Con molta probabilità, grazie alle riaperture previste si ripartirà anche con la suddetta tipologia di approccio: ciò non toglie che al momento prevenire è davvero meglio che curare.

Come fare sesso occasionale

Come fare quindi sesso occasionale tempi del coronavirus? Per prima cosa è bene selezionare con cura il partner: in questo le applicazioni di dating possono fare davvero la differenza, consentendo entrambe le parti di verificare lo stato di salute dell’altro una volta deciso di incontrarsi e dare spazio ai propri ormoni. In caso non si abbia la certezza in merito alle possibilità di contagio è bene, per quanto possa rovinare un poco l’atmosfera, continuare a indossare le mascherine anche se si fa sesso: è consigliato in questo caso l’utilizzo di maschere ffp2.

E se una naturale attenzione a evitare il contagio di covid-19 durante il sesso è necessaria, e altrettanto importante difendersi come sempre dalle malattie veneree e praticare sesso sicuro: il preservativo non deve mai mancare tanto quanto, per ciò che concerne il primo incontro, la presenza di qualcuno di fidato nei paraggi che possa intervenire se le cose non dovessero andare come giusto che sia.

Il coronavirus ha portato un cambiamento radicale nelle abitudini sessuali delle persone, sia per ciò che concerne i rapporti più stabili sia soprattutto per quel che riguarda proprio il sesso occasionale che nell’ultimo anno, pur non essendo calato in apprezzamento è comunque calato in esecuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>