Preservativi, quello che ancora non sapevate

di Valentina Commenta

Parliamo di preservativi, che ne dite? Se siete delle persone attente alla propria salute ed intenzionate a non prendere malattie sessualmente trasmissibili probabilmente di come si usano, le loro caratteristiche e come effettivamente sceglierli lo sapete già. Noi vogliamo portare la questione un tantino di più sulla curiosità, sulla tradizione. Che dite, ci seguite?

Pronti a conoscerle? Queste piccole curiosità sono sempre gustose da scoprire. Riescono a darci davvero quel pizzico di conoscenza in più, talvolta a luci rosse, che può tornarci utile per impressionare qualcuno o semplicemente farsi due risate.

  • In Danese preservativo si scrive Svangerskabsforebyggendemiddel
  • In nigeriano è okpuamu, letteralmente cappello per il pene
  • Alle Olimpiadi invernali di Sochi sono stati distribuiti 100mila condom, ovvero circa 35 per atleta
  • 5 miliardi di condom vengono utilizzati ogni anno in tutto il mondo
  • Durante la seconda guerra mondiale i soldati utilizzavano i preservativi per coprire la canna dei loro fucili quando sbarcavano per proteggerli dall’acqua salata
  • Il 40% dei profilattici acquistati viene comprato da donne
  • Gli antichi egizi utilizzavano pene essiccato di coccodrillo come contraccettivo perché contiene proprietà spermicide.
  • Un normale condom può sopportare fino 4,5 l di liquidi.
  • Oggi la maggior parte dei profilattici sono fatti di lattice ma una volta erano costruiti con lino, pelle, seta, pelle di pesce.

Concedetecelo, il condom all’odore di pesce è un concetto che proprio non riusciamo ad accettare nemmeno nell’angolo più remoto della nostra mente. La speranza è che alla base vi fosse una preparazione di tipo industriale che fosse in grado di eliminare l’odore. Immaginatevi di fare sesso respirando la puzza di pesce. Ed onestamente, al posto delle donne di una volta… la sola idea di pelle di pesce lavorata che entra nella vagina…Dio, lattice tutta la vita.

La più divertente tra queste curiosità? Sicuramente il nome con il quale viene chiamato il profilattico in norvegese. Meglio portarseli da casa a questo punto: immaginatevi a doverla pronunciare per chiederli.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>