Fucking Machine, non solo un attrezzo da film

di Valentina 1

Quando si parla di fucking machine, si pensa sempre a degli enormi trabiccoli di ferro e di gomma creati appositamente per essere utilizzati da pornostar e da siti focalizzati sull’intrattenimento per adulti per aumentare le visite e vendere qualche abbonamento in più.

Difficilmente si pensa che possa essere una tipologia di sex toys utilizzabile comunemente da una coppia di semplici mortali. Rimarrete forse scioccati, ma è proprio così.

Soprattutto a dispetto di quello che si possa pensare data la tipologia, i costi non sono poi così elevati. Ovviamente se siete alla ricerca di buon divertimento a basso costo, non si tratta di una eventualità da prendere in considerazione quella dell’acquisto di una macchina di questo genere. Ma basta fare un giro per i maggiori sexy shop, anche italiani, e si scopre che la vendita di queste macchine è più diffusa di ciò che si  crede normalmente.

Si può essere cultori dei sex toys e rigettare completamente questa tipologia di macchinario. Solitamente vengono infatti considerati come quel  “fattore in più” riscontrabile in alcune tipologie specifiche di servizi cam o video tendenti al fetish.

Inutile negarlo, non tutti i fruitori di porno amano questo genere di intrattenimento, ed anche le coppie più trasgressive, non sempre vengono eccitate dal pensiero di una macchina in grado di mettere in atto, in maniera continua, professionale e complessa, gli stessi risultati raggiungibili con più facilità e nonchalance da un vibratore.

Le fucking machine pubblicizzate nei maggiori sexy shop vengono concepite come un divertimento per la coppia, alla quale si suggerisce di utilizzare queste macchine come compendio e diversivo dalla normale routine sessuale. Va da sé che al di là della loro tipologia, nelle coppie eterosessuali  è una sola persona a godere di tale “beneficio”. Diversa la questione se la coppia formata da individui, sia di sesso maschile che femminile, dello stesso sesso.

In quel caso, specialmente se la coppia formata da donne, una certa utilità, va da sè, potrebbe essere riscontrata. I prezzi, per chi fosse interessato variano dai € 300-€ 400 per quelle portatili, ai € 3000 per quelle fisse.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>