In erezione per venti mesi per colpa della moto

di Valentina Commenta

C’è chi la cerca e impossibilitato deve far uso del viagra e chi si vanta di poterci schiacciare una noce. L’erezione è senza ombra di dubbio uno dei particolari chiave dell’essere uomo. Avercelo duro è per diverse motivazioni il fine ultimo di ogni uomo, soprattutto per fare una certa impressione sulle donne… peccato che una erezione patologica di venti mesi per colpa di una moto non solo n0n faccia dormire e crei problemi, ma limiti e di molto anche gli incontri sessuali.

Non ci stiamo inventando nulla: la storia per quanto assurda è vera. E la patologia esiste: trattasi di priapismo, dal nome del dio Priapo, divinità romana dotata di generosissime dimensioni genitali.

Non conosciamo il suo nome, ma le cronache ci raccontano che un uomo ha recentemente intentato causa contro la Bmw e la fabbrica di selle Corbin – Pacific dopo essere stato colpito dall’erezione continua tipica della malattia sopracitata, in seguito all’utilizzo di una moto del 1993 della nota casa automobilistica. Sebbene una tale condizione possa suscitare ilarità non bisogna dimenticare che nel caso del priapismo, l’uomo viene colpito da una erezione persistente ed anomala non accompagnata da desiderio sessuale.

L’incidente, se così vogliamo definirlo, è iniziato il primo maggio del 2010 e per lungo tempo l’uomo, non solo sofferente per via del disagio nella vita di tutti i giorni, ha patito molto anche a livello emotivo, impossibilitato ad avere rapporti sessuali di alcun genere. Ubna situazione scomoda ed incresciosa per la quale il protagonista di questa storia vuole ovviamente essere risarcito.

E se fosse provato che la colpa sia della sella costruita per la moto, sarebbe giusto ripagare l’uomo, vittima non volente di un’erezione fine a se stessa, senza scopo e senza reale utilità. Perchè se per godere appieno di un rapporto sessuale il pene necessita di essere in una determinata condizione, va da sè che un elevazione irrinunciabile, dolorosa e non sensibile sessualmente rappresenta davvero un tragico gioco del destino.

Photo Credit | Thinkstock

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>