Sesso in motocicletta, il video

di Valentina Commenta

Cosa accomuna una motocicletta ed un rapporto sessuale? La possibilità in entrambi i casi di farsi una bella cavalcata. Ed è sicuramente questo che devono aver pensato i due russi che sono stati ripresi mentre si trastullavano beatamente, in piena autostrada, sotto gli occhi degli automobilisti, sfidando le leggi di gravità e quelle del codice della strada.

Di certo va dato adito all’uomo di essere stato in grado di rimanere in sella nonostante lo sbilanciamento e le spinte che riusciva a compiere all’interno della vagina della donna, provvidamente sprovvista di mutande e dotata di una elasticità e gioco anca-bacino davvero notevole. Ne avevamo viste tanti fino ad ora di coiti fuori dal normale: in metropolitana, alle corse dei cavalli, addirittura in una bara. Ma questo a cavalcioni di una moto diciamocelo, le batte davvero tutte. E per tutta una serie di motivi che riscontrerete nel video (cliccate sul link per visionarlo, N.d.R.)

Il primo: è avvenuto su una moto in movimento. Dato il vestiario della donna non mi sento di dar fede alla data impressa sul video. Comunque sia la coppia era in pieno giorno, davanti gli occhi esterrefatti degli automobilisti e davanti ad un camionista decisamente voyeur che approfittando della sua velocità ha ripreso la scena con il suo cellulare in maniera frontale (insomma, si è praticamente fatto un porno amatoriale di quelli imbattibili, N.d.R.) Il secondo: la posizione di lei non è certo un espressione della maggiore comodità possibile. Eppure riesce senza minimamente destabilizzare l’intera andatura a porre una gamba sulla spalla di lui.

Kamasutra a go-go. Lo ripeto, bisogna focalizzarsi su dove i due si solo lasciati andare alla passione. Non è da tutti fare sesso su una moto. Un conto è un film, dove se ci propinano tale acrobazia, di sicuro la moto non è guidata da chi è in sella. Un conto è la vita di tutti i giorni dove qualcuno è abbastanza pazzo ed eccitato da provarci. Con il sostegno di un gruppo di amici poi. Sarà stata una scommessa?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>