Sesso all’aperto e caldo: un rapporto devastante

di Valentina Commenta

E’ vero che con l’aumento delle temperature ci si trova a volersi appartare in condizioni di frescura per divertirsi un po’, ma i casi di sesso all’aperto “beccati” e denunciati negli ultimi giorni in Italia rendono palese come il caldo faccia davvero male alle inibizioni e al portafogli delle persone.

Coppia in auto beccata a Lignano

Una delle news che più ha fatto clamore è stata in queste ultime ore la multa salatissima di 20 mila euro che una coppia di 50enni si troverà a dover pagare, 10 mila euro ciascuno, per essere stati sorpresi a fare sesso in auto, in pieno giorno, a Lignano Sabbiadoro. Nemmeno si può dire che sia stata una “camporella” romantica dettata dall’improvvisa passione: da quel che riporta Il Messaggero, tra i primi a dare la notizia, la macchina incriminata era parcheggiata tra due cassonetti, ma non solo. Nessuno dei due amanti si è minimamente scomposto infatti all’arrivo del primo vigile. Solo una volta finito e arrivati i rinforzi, i due si sono rivestiti con tutta calma e hanno accettato le conseguenze del loro atto senza minimamente scomporsi.

E va detto che sono anche stati fortunati: secondo l’art. 527 del codice penale è prevista “solo” ammenda da 5 a 30 mila euro, dato che il reato è stato depenalizzato qualche tempo fa.

Sesso sullo scoglio in Puglia

Gli amanti di Lignano sono solo la punta dell’iceberg: un simile “incidente” è occorso anche in Puglia e più di preciso sullo scoglio chiamato “La Sfinge”, a Torre Sant’Andrea, marina di Melendugno.  In questo caso la coppia è stata addirittura ripresa e condivisa sul web. Data la morfologia del luogo è impossibile pensare che i due non si siano accorti di dare spettacolo. Al momento l’identità della coppia non è stata ancora rivelata, di certo quel che si è rivelato a mezzo mondo, sia presente che online, è il modo in cui i due hanno fatto sesso senza minimamente preoccuparsi di essere visti da qualcuno. A quanto pare per ciò che riguarda il Salento si tratterebbe del terzo episodio di questo genere: il primo è occorso presso la discoteca Riobo, proprio vicino alla scritta luminosa mentre il secondo a Gallipoli.

Quel che appare evidente, e senza nessun moralismo spicciolo, è che il caldo dia alla testa delle persone e ai loro ormoni. Se si vuole fare sesso all’aperto è possibile farlo riuscendo ad essere comunque più discreti ed evitando multe salate: basta fare un po’ di attenzione, scegliere il posto e il momento giusto senza esporsi al pubblico ludibrio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>