I pokemon battono il sesso?

di Valentina Commenta

I pokemon battono il sesso? Se la risposta, come sembra essere, è positiva, c’è qualcosa che davvero non va nell’umanità. Possibile che si faccia a cambio tra la ricerca di un pupazzo virtuale con una bella seduta di sesso sfrenato?

E’ purtroppo quello che ci raccontano queste due ultime settimane una volta verificati i dati di ricerca degli utenti su Google e le loro cronologie di navigazione. Per una volta qualcosa ha attirato di più l’attenzione degli internauti rispetto al sesso ed al porno. E la cosa bella è stata che a darne l’annuncio, in modo molto elegante è stato YouPorn, il vero colosso della pornografia online, che con un tweet sul suo profilo ufficiale ha ammesso che nella data del 10 luglio, negli Stati Uniti, le ricerche correlate a “Pokemon Go” hanno superato per numero quelle per la parola chiave “porn”. Ovviamente si è trattata di un’astuta mossa marketing correlata da magliette celebrative del sorpasso ed una bella ondata di nuove visite al sito.

Non risulta troppo difficile credere in questo sorpasso se si pensa che anche le autorità di diversi stati nel mondo hanno dovuto, per via degli incidenti correlati all’uso dell’app, richiamare gli utenti ad un comportamento consono per la strada.  La migliore reazione, corredata però da una accurata distribuzione dei Pokemon all’interno della sua azienda è stata quella della LoveHoney, industria creatrice e distributrice di sex toys. Stranamente la maggior parte degli animaletti si poggiava con casualità a dildo e vibratori di diverse fattezze e colori, trasformandosi in una curiosa pubblicità.

Photo Credit | Lovehoney

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>