Poesie Erotiche: I lineamenti della pelle

di Redazione Commenta

Appuntamento ogni domenica e lunedì con i “Racconti Sexisti” di Miss Lucy

La luce che proietti dona speranza.

Perchè un corpo può capire ciò che la pelle ama assorbire.

Nutro vergogna e avidità al tocco della tua prudenza.

Non è un’assenza rifiutata, ma lieta e ammaestrata.

 Coltivo le felci per illusione dell’ottica.

Mi atteggio a lodare per appagamento morale.

La luce che proietti dona speranza. Ricordi?

Le ripetizioni di una punta non creano sostanza.

Schermita danza rifletti di odori.

Sei dentro me come un organo scolpito.

Rovesciato stupore rallegra il mio viso.

Acido è il possedere, quando l’inferno lo senti godere.

 Percorri linee e rifiuti.

[N.d.a. Potete trovare altri “Racconti o Poesie Sexiste” sul mio blog]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>