Poesie Erotiche: Sintesi e dramma

di Redazione Commenta

Appuntamento ogni domenica e lunedì con i “Racconti Sexisti” di Miss Lucy

Sensibilità in ricercatezza occulta.

Brividi in dramma, sfregiati di sintesi.

Dimentica di esserci se non poni la sorte.

Il sesso è l’identità della perversione più resa.

Non molli se cedi al ponente lodato.

Ora ti inietti di sole con luce e banalità.

Non piace servire ricercate ospitalità.

Nutre il dolore al risarcire infinito.

Aspro è un desiderio che si rende già fine.

Gli occhi hanno il colore del buio.

Mi tendo a non deviare il tumulto.

Allegra parafrasi in parentesi cedo.

Sentita smentita in saltelli rinnego.

La rima è un gesto quando non lo hai.

Erotici movimenti diventano parte di un corpo.

Saziabili frammenti sussura la mia pelle.

Taciturno e immorale è il centro del mondo.

[N.d.a. Potete leggere altri miei “Racconti Sexisti e Poesie Sexiste” o acquistare il mio libro “Diario di una Sexista” sul mio blog]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>