Pene, cosa è il tre colonne

di Valentina Commenta

E’ ora di parlare di business serio. Ovvero del “tre colonne“. Che non è un template per siti web, né un nuovo giornale di cui tutti parlano. Ma è una certa tipologia di pene. E’ in pratica quello dei superdotati, quello… da maneggiare con cura. In ogni senso. Volete sapere perchè è chiamato in questo modo?

Prima di tutto citiamo il blogger River, che ha per primo ha dato definizione a tale concetto. Passiamo ora a spiegarvi cosa è il “tre colonne”. Come la maggior parte di vuoi uomini belli svegli che ci leggete avrete già capito è quel pene in cui sono visibili con chiarezza  i tre corpi cavernosi che lo compongono. Anatomicamente partono dalla base ed arrivano fino alla cappella. Meglio essere precisi con tale materiale. Non si tratta di “merce”  rarissima ma nemmeno così diffusa e se se ne incontra uno, di certo potete star sicuri che ce lo si ricorda bene. Come tutte le superdotazioni, non scherziamo quando vi diciamo che deve essere maneggiato con cura da chi lo riceve. Parliamoci chiaro, l’elasticità della vagina delle donne è cosa ovvia e conosciuta, ma immaginate per un attimo un rapporto anale da sostenere con tale gioiello: bisogna decisamente essere preparati.

Ed anche per ciò che concerne la fellatio, un minimo di attenzione ci vuole: il deeptroath ci dà idea essere una bella sfida in questo caso. Quanti ne avete incontrati nel corso della vostra vita? Ed i proprietari, erano in grado di gestirlo bene? Dai, fateci divertire con le vostre storie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>