La monogamia? E’ solo una finzione!

di Giada Commenta

C’erano tempi in cui un uomo e una donna condividevano il resto della loro vita insieme spartendosi gioie e dolori, salute e malattia fino a quando la morte, beffarda, non li avrebbe separati. Un fattore raro che, nonostante si possa ancora ammirare in qualche curioso esemplare, potrebbe presto essere destinato a morire. Il motivo? La morte, definitiva, della monogamia di pensiero e di fatto.

Secondo alcuni studi americani, sarebbero molte le coppie che avrebbero ormai depennato dalla loro mente l’idea di un rapporto solido e duraturo vissuto con la stessa persona, quella che abbiamo conosciuto al liceo o all’università e che, un giorno, abbiamo finalmente scelto di portare all’altare. La monogamia, dicono gli studi, ormai è solo una finzione che gli uomini tentano di nascondere con un partner di cui, in realtà, vorrebbero sbarazzarsi molto presto.

E mentre l’idea di passare la vita con un solo uomo, o una sola donna, non sembre affascinare più nessuno, ecco confermarsi trend come il poliamore, un accordo spontaneo in cui la convivenza è basata su tre o più individui decisi a prendere l’impegno di condividere tutto, ma proprio tutto, con amore e rispetto. Una relazione, quella poliamorosa, che potrebbe forse causare qualche problema, soprattutto a livello legale, ma che invece dimostra di aver catturato l’attenzione e la curiosità di molti.

Prendere una posizione a riguardo non è semplice, eppure, chi vive una relazione poliamorosa, dice di essere pienamente soddisfatto, anche dal punto di vista sessuale. Avere più partner e poter scatenare le proprie fantasie con uomini e donne diversi è sicuramente invitante, eppure, qualcosa ci dice che presto la famiglia poliamorosa potrebbe non bastare più… E se bastasse lasciare la briglie sciolte e fare tutto ciò che si desidera nei locali e nei club più hot in attesa che un lui, o una lei, giusto e giusta bussino alla nostra porta?

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>