Lap dance, non solo in strip club

di Valentina Commenta

Lap dance? Non solo nello strip club. E’ ora che un paio di falsi miti abbandonino quello che identifichiamo come il rapporto tra la pratica ed il sesso. Non è solo qualcosa che possono fare ballerine e ballerini sexy ma una attività alla portata di tutti.

Parliamoci chiaro: lap dance non è sinonimo di palo, come la maggior parte delle persone potrebbe pensare. Quella tra l’altro è la “pole” dance. La parola “lap” significa grembo in inglese. Ecco quindi che la lap dance è qualcosa che nasce per stuzzicare l’altra persona in quello che è il suo punto più sensibile in prossimità della maggiore zona erogena del suo corpo. Lo vediamo anche nei film dove gli spogliarelli sono coinvolti: bisogna strusciarsi. E fare sentire la propria presenza.

Si tratta di una tecnica delle più coinvolgenti che possono entrare a far parte dei preliminari e senza dubbio una pratica che dovrebbe entrare di diritto tra quelle da applicare alla propria routine sessuale. Cosa di meglio per stuzzicare l’attenzione e far impazzire l’altra persone di una lap dance? Il trucco sta nel non avere il timore di sentirsi ridicoli e nella capacità di ironizzare su se stessi un po’ come accade con il burlesque. La perdita dei vestiti è un altro plus. Ma state sicuri che se agirete al meglio delle vostre possibilità i vestiti vi verranno tolti. Ultimo consiglio: scegliere una musica sensuale ma ritmata. Vi darà modo di giocare con le movenze risultando al contempo divertenti e seducenti. Provare per credere.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>