La fellatio non piace più agli uomini: parla la scienza

di Gianni Commenta

“Che eresia!”, avrete pensato. E in fondo, non avete poi tutti i torti. La dichiarazione che avete letto nel nostro titolo arriverebbe direttamente dagli Stati Uniti dove la fellatio sembra essere ormai “passata di moda”; una definizione che, fino ad ora, avevamo sempre e solo utilizzato per riferirci ai mitici pantaloni a zampa…

Secondo una ricerca virtuale condotta su Esquire, gli uomini sarebbero sempre più generosi e desiderosi di offrire invece di ricevere, una preferenza confermata da ben l’80% degli intervistati, un numero altissimo che, se confermato, potrebbe cambiare per sempre gli approcci intimi di tutte le coppie del mondo (per non parlare del mercato dei sex toys e dei gel aromatici…).

Ma quale sarebbe il motivo di un cambiamento così radicale? Secondo la ricerca, gli uomini sarebbero sempre più insicuri dell’aspetto del loro pene, una conseguenza dovuta al proliferare di film e materiali pornografici, spesso dedicati a peni giganteschi dotati di poteri sovrannaturali e capaci di prestazioni olimpiche (che poi sia finzione o realtà, poco importa). Che fare dunque? Gli uomini intervistati hanno dichiarato di aver iniziato ad occuparsi con più impegno alle esigenze della partner scoprendo, con la pratica, tutti i segreti della masturbazione e di una performance orale da dieci e lode.

Non pensate però che tutti i maschietti abbiano dimostrato di essere d’accordo con i risultati della ricerca: dal momento della pubblicazione, il web è stato invaso dai messaggi di moltissimi uomini che hanno criticato l’esito della ricerca spiegando come, in realtà, il sesso e il piacere non siano legati a una moda o a un fenomeno sociale catalogabile quanto piuttosto a un’esigenza primordiale difficilmente rimpiazzabile.

Il sesso orale sarà presto sostituito da qualche altro piacere erotico? Riusciranno la “moda” e i complessi maschili a frenare milioni di coiti e a smorzare sospiri bollenti? Fateci sentire la vostra opinione!

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>