Dire e Fare l’Amore. Senza nessuna vergogna

di Miss Osè 5

E’ un blog, è un libro, è un eBook. E’ Dire Fare l’Amore, una raccolta di racconti post-erotici di Inachis Io, deliziosi, arrapanti e assolutamente erotici.

Leggerete di Giulia, che piano piano si leva le mutandine e, nuda, monta la panna destinata alle fragole; leggerete di Martina, che senza volerlo riporta la nonna indietro nel tempo quando, negli anni ’60, orge e vibratori regnavano nella sua ricca vita sessuale; leggerete del tradimento di Anna, del suo desiderio e dell’arte culinaria dell’uomo che la eccita; leggerete e sorriderete al pensiero del sesso che spesso si mischia all’amore. Eh già, perché spesso, senza accorgersene, il sesso diventa con l’amore un tutt’uno e rende quegli attimi di sospiri, di respiri e di gemiti, ancor più favolosi. Esiste un confine sottile, sottilissimo, tra l’amore e la lussuria e sconfinarlo può essere per alcuni meraviglioso e per altri pericoloso. Inachis Io ha trovato il modo di attraversarlo senza offendere né illudere nessuno.

Se siete un po’ puritani e avete qualche dubbio sulla letteratura erotica, se siete appassionati di fetish, di bondage e di pornografia, se siete dei sognatori innamorati dell’eros, se siete dei romantici incalliti e credete fermamente nell’amore, allora leggete (gratuitamente) Dire Fare l’Amore in una qualunque delle sue forme e guardate quanto il sesso e l’amore possono essere raccontati semplicemente ed elegantemente.

Nessun bisogno di parole volgari, nessuna necessità di guardare chissà quali immagini sulle quali masturbarvi, nessuna giustificazione da dare a voi stessi o agli altri: con Dire Fare l’Amore sognerete, riderete e vi ecciterete perché, come dice l’autore:

“Basta, sono stufo di questo sesso esibito, gonfiato, sparato in loop nelle orecchie e negli occhi. E molto spesso non praticato. O fatto per tristezza davanti a uno specchio immaginario. O raccontato con la banalità di un film porno messo a verbale da un solerte appuntato. Torno alle radici. Torno al post-erotico.
Voglio fare l’amore.
Voglio dire, fare l’amore”
.

Parola di Inachis Io. E delle blogger di Cooletto.

[photocourtesy of MySpace]

Commenti (5)

  1. Oh, surprise!
    Grazie a tutti/e per la recensione, molto gradita. Mi ci riconosco: mi avete spiato dal buco della serratura?
    😉

    Inachis

  2. Ciao Inachis Io!
    E’ stato un piacere leggere qualcosa di così ben studiato e lavorato. Devo dire che l’impegno c’è e si vede 😉
    E poi grazie a te per averlo reso disponibile gratuitamente.
    Ci ribecchiamo al prossimo libro, perché ne hai in cantiere un altro vero?
    Ah! Una domanda: Inachis Io è il nome di una farfalla giusto? E come mai lo hai usato per firmarti? Semplice curiosità…=)

  3. Esatto. E’ una farfalla, che ho scelto perché mi piaceva il nome e perché ne vorrei imitare la leggerezza.

    Inachis

  4. Con Dire Fare l’Amore ci sei riuscito alla grande.
    Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>