Il Cunnilingus: Cos’è?

di Redazione 2

Il cunnilingus, ovvero il sesso orale praticato da un uomo ad una donna, è una pratica sessuale diffusissima (e divertente, mi verrebbe da aggiungere), e in alcuni paesi – come gli Stati Uniti – il numero di donne che pratica la fellatio, cioè il sesso orale in cui il protagonista è il sesso maschile, (la “variante sessuale” più diffusa), è quasi equivalente al numero di uomini che pratica il cunnilingus.

Il sesso orale è stato considerato un tabù in gran parte delle nazioni occidentali sin dall’inizio del Medio Evo, in particolare a causa dello stretto ed esclusivo nesso fra sessualità e procreazione, imposto dal cristianesimo di quell’epoca. In funzione di questa connessione, ogni altro tipo di sessualità, non collegata alla riproduzione, risultava quindi impura e perciò severamente proibita.

Grazie al cielo oggi le cose sono completamente diverse anche se a volte questa pratica intimorisce i maschietti. Non tutti gli uomini avvicinano in modo disinvolto il proprio viso alla sessualità femminile, forse per paura di fare brutte figure, o forse per l’odore. Viceversa anche le donne a volte hanno paura di non essere apprezzate dal partner, di non essere abbastanza attraenti; e da qui parte spesso il disagio nei confronti del proprio sesso.

Mettiamola come volete, di qualsiasi pratica orale stiamo parlando (fellatio, deep throating, facesitting, sessantanove, anilingus e, appunto, cunnilingus), ci vuole una perfetta igiene intima.

L’uomo con tutta la delicatezza di questo mondo deve accarezzare la donna, accarezzare il sesso, con dolci baci dati con delle labbra delicatamente inumidite, carezze date con lo sguardo, voglia fatta trapelare dal respiro. Lentamente, delicatamente avvicinarsi alle gambe della partner (significherà non guardarla negli occhi), comunicando in ogni mossa la propria disponibilità e confidenza con quello che si sta facendo. Lei si rilasserà. E inizia la fase dell’intimità reale.

Ora siete arrivati nell’olimpo dei dei, nella radura di bacco, nel regno della dea Pomemona, dove la realtà è ben migliore di un sogno e dove il saper trovare il punto giusto di porta avanti nella conquista del territorio (in poche parole: la figa). Scovate e coinvolgete il clitoride (ben nascosto tra le piccole labbra nella parte davanti della vagina) e la zona limitrofa ad esso, se iniziate a toccarle, baciarle l’effetto del desiderio cresce, le piccole labbra crescono (sono ricche di ricettori del piacere), ed inizia lo spettacolo.

Le labbra delicatamente sfiorano, accarezzano, mordicchiano il sesso della donna. Ma fatte attenzione, come al solito, perché non tutti i partner sessuali sono uguali: alcune donne preferiscono movimenti lenti e decisi, altre movimenti veloci e leggeri, altre preferiscono carezze intorno al clito e sulla punta.

Maschietti cari, cercate di non spazientirvi: alle donne occorre più tempo rispetto a voi per arrivare all’orgasmo!

Molte coppie evitano il cunnilingus durante il ciclo. Secondo i medici non è sconsigliato nemmeno in quel periodo del mese (a condizione di non avere malattie sessuali).

Se amate le donne, se amate il sesso preso con calma, se sapete apprezzare la forza di un orgasmo lento, che monta progressivamente, questa pratica è perfetta per conquistare una dolce donzella. Che magari, se interessata, potrebbe ricambiare la cortesia.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>