Camporella… piacere primaverile

di Valentina Commenta

Sarà che l’aria primaverile si fa sentire, sarà che gli ormoni si risvegliano: in questo periodo la camporella, il classico rapporto sessuale consumato tra l’erba all’aperto sembra essere sempre più attraente per qualsiasi coppia alla ricerca di un po’ di brivido nell’intimità.

Eppure nella sua semplicità la camporella è quasi disarmante. Per chi non ha dimestichezza con questo termine essa indica il rapporto sessuale tra due persone consumato su un prato o all’interno di un bosco.  E se affrontata con tutti i crismi, avendo cura di trovare un luogo appartato e sicuro e prendendo tutte le precauzioni del caso, può rivelarsi davvero una esperienza incredibile. Certo, possiamo immaginare che non tutti si sentano confortevoli a vivere una simile avventura, sia perché pudici, sia perchè non avvezzi a trovarsi nudi in luoghi che non siano la propria abitazione, ma se si ha la possibilità non si dovrebbe rinunciare ad una opportunità del genere. Anche solo per poterci ridere su.

E’ ovvio che la camporella in quanto a tipologia di rapporto sessuale è qualcosa di più simile ad una sveltina che altro, ma non per questo non dovrebbe essere bistrattata o trattata come esperienza di serie B. Necessita di qualche accorgimento per non finire nei guai, ma può rivelarsi davvero piacevole. Anche in questo caso vi consigliamo di utilizzare il preservativo e qualsiasi cosa possa essere necessaria per rendere il più possibile sicura l’esperienza. E magari, ve lo indichiamo con tutto il cuore, lasciate perdere i tronchi dei rami e stendetevi su una coperta. Per il vostro bene.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>