Sesso, pene bionico in arrivo

di Valentina Commenta

Il pene bionico potrebbe presto diventare realtà. E sotto questo nome si intende una protesi dal funzionamento rivoluzionario che per la sua attivazione avrebbe bisogno solo del pigiare sul tasto di un telecomando apposito. Risolvendo problemi di erezione in molti uomini.

Hands in Pants
Hands in Pants

Il pene bionico è decisamente affascinante nelle anticipazioni che ne dà il “The Sun” riportando il lavoro di un gruppo di ricercatori dell’Università del Wisconsin. Il membro, costruito con un particolare metallo, si attiva “a caldo”. Esso si allunga di 8 pollici, circa poco più di 20 centimetri, quando riscaldato a 42 gradi Centigradi. Il tutto grazie ad una bobina di circa 3 cm inserita chirurgicamente alla base del pene attraverso un’incisione e che come già indicato può essere attivata a distanza.

In pratica quando l’uomo arriva a voler dare il via ad un rapporto sessuale basta che spinga un tasto attivatore della bobina che creando un leggero campo magnetico causa il riscaldamento dell’impianto che si espande per tutta la lunghezza del pene, portandolo ad un’erezione completa. Uno dei particolari più interessanti riguarda il materiale con il quale questo pene bionico è stato concepito: si tratta infatti di nitinol, una lega metallica di nichel e titanio, in grado di cambiare forma a diverse temperature. Il prototipo dovrebbe essere testato sugli animali e nel giro di pochi anni potrebbe essere disponibile per gli esseri umani.

Ci sarà quindi ancora da aspettare un po’. In uso clinico già esistono diversi tipi di protesi ma è un bene che la ricerca continui il suo lavoro nel creare dispositivi sempre più funzionali.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>