Tradimento, è sempre boom d’estate

di Valentina Commenta

Il tradimento? Va ancora per la maggiore nel corso della bella stagione. L’estate sembra proprio non voler sedare i bollenti spiriti degli italiani che ancora una volta dimostrano di essere alquanto sbarazzini in fatto di sesso extraconiugale.

Ci pensa il portale specializzato “Incontri-Extraconiugali” a regalarci una fotografia ben precisa delle tendenze traditrici dell’italico popolo. La scappatella o sveltina che dir si voglia rimane ancora un chiodo fisso nella mente degli italiani che stanchi di un inverno freddo ed un po’ noioso decidono, compatibilmente con temperature e possibilità, di cornificare a destra ed a manca senza impegno.

A quanto pare, campionando gli iscritti del suddetto sito, la scappatella estiva rimane comunque un must accettabile per almeno il 43% degli intervistati. Come se l’estate, con i corpi più scoperti ed una disinibizione maggiore rendesse automatica la maggiore disponibilità sessuale delle persone. Quel che è certo è che, spiagge nudiste o meno, in vacanza si fanno sempre nuove conoscenze in grado di svegliare istinti sopiti che magari con il partner abituale continuavano a dormire tranquilli e beati sotto una routine sessuale convalidata. Commenta Alex Fantini, ideatore e fondatore del portale:

Riscoprire certi desideri e certi appetiti oltre che gratificarci può aiutarci a rinverdire le gioie del sesso con il proprio compagno o la propria compagna.

Voi cosa ne pensate? Quel che è certo è che spesso complici le ferie estive, si è fuori dal proprio “habitat” naturale e la scoperta di nuovi luoghi e nuovi letti vanno a braccetto. In particolare nei luoghi di mare dove il sole e l’abbronzatura fanno da perfetta cornice al tradimento. Attenzione, si parla di scappatele, quindi di sesso senza strascichi. E se è bene per tal motivo utilizzare il preservativo sappiate che molti iscritti del sito, a buon ragione, sostengono che una stagione vale l’altra per tradire. Fatevi due conti… e decidete da quale parte stare.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>