Rihanna mezza nuda su Instagram

di Valentina Commenta

Rihanna mezza nuda su Instagram sembra volere competere con le conigliette di Playboy. E’ l’unica persona su questa terra capace di frammistare nel proprio account immagini di lei a seno nudo ed a cosce larghe con citazioni prese dalla Bibbia e link di vario genere inneggianti alla marijuana ed al “thug style”.

Nulla di male, intendiamoci. Ognuno è padrone di fare ciò che vuole dei propri spazi web. E poi a noi, con queste sue uscite, da modo di parlare a lungo di lei, delle sue tette, dei suoi gusti sessuali e tutto ciò che rientra nel nostro campo di interesse. Per la gioia dei maschietti e delle donnine a cui piacciono le donne, possiamo dire senza ombra di dubbio che Rihanna non ci lascia mai spogli di novità ed orfani di tette per troppo tempo. Che siano foto di scena come quelle di questa gallery, o foto private che la cantante mette in rete comunque perchè conscia della “fidelizzazione” (leggasi eccitazione/erezione) che provocano, la giovane difficilmente dà mostra di trattenere i propri istinti. In ogni senso.

Se dovessimo lasciarci andare ad un commento quasi filosofico nella sua natura, diremmo che Rihanna è entrata in fissa con le sue tette. Di lato, davanti, coperte, scoperte, capezzolo-free: ce le ha fatte davvero vedere in tutti i modi. Non solo: ovviamente facendo in questo modo ci ha dato la possibilità di parlarne. Che abbia una personalità “tettocentrica? Una volta almeno parlavamo di lei per le sue ripetute visite nei sexy shop dove, a seconda dell’accompagnatore presente a quel tempo, si lanciava in shopping più o meno sfrenato. Ora che è tornata con Chris Brown  (per inciso lo stesso che la picchiò anni fa, N.d.R.) sembra essersi votata più ad una sessualità di tipo casalingo, accompagnata… dalle tette. E vabbè, toccherà farci l’abitudine. Nel frattempo, saranno felici gli amanti dei seni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>