Donne e orgasmo: la nuova formula per provare piacere

di Giada Commenta

In molti hanno provato a spiegare, con teorie scientifiche e ipotesi psicologiche, l’orgasmo delle donne: molti sono convinti che non vi sia differenza tra orgasmo vaginale e clitorideo, altri pensano che in realtà l’orgasmo femminile sia un universo del piacere ancora da esplorare, e altri ancora sono convinti che in realtà il fenomeno sia sopravvalutato e che dietro a un gemito spesso si nasconda solo un’ottima performance… teatrale.

Ma cosa si nasconde in quei brevi ma intensi istanti di piacere? E’ difficile dirlo con certezza (diffidate da chi pensa di poter descrivere l’orgasmo femminile con varianti matematiche e fattori algebrici), ma secondo alcuni esistono addirittura delle varianti che possono aiutarci a scoprire in anticipo il successo di un incontro amoroso e l’intensità di un orgasmo.

Secondo molti, far godere una donna è un po’ il risultato di alcune variabili importanti che, sommate, avrebbero come risultato un momento intenso e indimenticabile, mai causale o imprevisto. Che ci crediate o no, noi abbiamo deciso di rendervi partecipi della nuova formula del piacere femminile. Secondo molti uomini, e anche molte donne, sarebbero tre le condizioni perfette per far ottenere a una donna un piacere stellare.

Quali sarebbero dunque i segreti per l’orgasmo perfetto? In primis la qualità della coppia: le coppie sposate scatenerebbero orgasmi molto meno intensi rispetto alle neo coppie e alle relazioni nate all’improvviso. Non solo la coppia ma anche la stimolazione e la durata farebbero il loro dovere: bando alle sveltine prive di preliminari, il segreto di un ottimo orgasmo è fondato su lunghe sessioni di carezze, stimolazioni manuali e orali intervallate da penetrazioni lunghe e fantasiose. Il sesso, dunque, secondo molti utenti che abbiamo letto sul web, è un piacere slow da curare per ore con una persona appena conosciuta: a noi questa equazione lascia un po’ perplessi ma per la prova del nove ufficiale aspettiamo la vostra smentita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>