Il tradimento ha una spiegazione scientifica?

di Redazione 1

Le donne che producono più estradiolo sono più propense al tradimento. Ma che cos’è l’estradiolo?

L’estradiolo è un estrogeno, un ormone sessuale femminile che dà a ciascuna di noi le caratteristiche tipiche femminili: genitali femminili, seno, eccetera. Ma secondo un recente studio pubblicato sul Royal Society’s Journal Biology Letters, l’estradiolo sarebbe anche la causa del tradimento. Infatti, se una donna ne produce molto, con tutta probabilità non sarà soddisfatta dalle prestazioni del proprio amnate e andrà a cercarne altri. Questo accade perché questo estrogeno è prodotto dal testosterone, che potremmo definire l’ormone del sesso, ed è strettamente collegato alla fertilità e all’apparato riproduttivo.

In pratica, volendo parlare in termini ancestrali, quanto più il nostro desiderio di riprodurci e di diventare mamme assalirà il nostro organismo, tanto più andremo a cercare il partner ideale, ovvero quello più fertile, per soddisfare i nostri bisogni. E se l’uomo con cui attualmente abbiamo una relazione non è in grado di garantirci nulla, ne andremo scovare uno che il nostro corpo riconoscerà come più adatto alla riproduzione. Anche nel tradimento la natura mette il suo zampino, e sembra che ci aiuti anche a riconoscere il partner con caratteristiche genetiche succulente. Incredibile! E’ proprio il caso di dire che noi donne ne sappiamo una più del diavolo.

Se qualche uomo dovesse avere qualche dubbio sulla fedeltà della propria compagna potrebbe quindi ricorrere alle analisi del sangue e controllare quanto alto è il suo livello di estradiolo. Ma nel caso in cui i risultati si rivelassero positivi, non potrebbe incolparla di nulla. In fondo, sarebbe lui il problema e la sua compagna sarebbe soltanto alla ricerca di un apparato riproduttivo che rispetti le caratteristiche richieste dal suo corpo, dal suo inconscio, dal suo subconscio o che dir si voglia.

Diciamo pure che abbiamo trovato un’altra scusa per giustificare la il tradimento, e poi: se lei andasse a cercare una lei e non un lui?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>