Hentai e tentacoli non passano mai di moda

di Valentina Commenta

Spread the love

Hentai e tentacoli non passano mai di moda, inutile girarci intorno: quando si parla di porno continuano senza dubbio a essere uno dei pochi generi tra i più cercati. A prescindere dal fatto che Google, al pari di altri termini, ne limiti i suggerimenti.

Hentai, un mondo porno tutto particolare

Questa sorta di censura nei confronti degli hentai è più risibile di quella generalmente riguardante il porno: certo, si tratta di contenuti sensibili ai quali l’accesso dovrebbe essere controllato da parte dei minori. Rimane però il fatto che negli anni questo genere abbia risentito più di altri dell’approccio purista al sesso in rete.

Gli hentai sono cartoni animati per adulti, talvolta caratterizzati da discutibili categorie, ma nella maggior parte dei casi espressione di quelle che sono le passioni tipiche del sesso per gli orientali: la fantasia dell’uomo più grande e della giovane, litri di sperma e squirting che se fosse vero ci sarebbe bisogno di preparare piani anti- alluvione, tentacoli capaci di far godere chiunque in più modi contemporaneamente e tette enormi.

Quella del seno grosso è una vera e propria fissazione del porno hentai, forse perché per conformazione fisica è difficile incontrare nelle stupende ragazze orientali i canoni formosi di alcune popolazioni caucasiche o africane. E questa “mancanza” se così si può definirla, viene romanzata negli hentai dove talvolta i seni vengono proposti in forme e dimensioni considerabili più che esagerate.

Latte e tentacoli, perversioni divertenti…talvolta

Uno degli elementi più divertenti legati alla cultura del seno negli hentai è la fuoriuscita di latte dalle tette nell’attimo dell’orgasmo femminile. Ancora non è chiara la motivazione alla base di questo feticcio: forse qualche problema con la concezione stessa di allattamento materno? Non si sa: quel che è palese è che quando questo fattore entra in gioco all’interno degli hentai, per un occidentale diventa impossibile non ridere di tutto ciò.

Abbiamo citato i tentacoli: essi rappresentano una intera categoria a parte degli hentai e la storia classica vede la combattente, ragazza, madre di famiglia essere presa in ostaggio e trattenuta per mani e caviglie da questi tentacoli che nel frattempo la stimolano in ogni zona erogena possibile sfinendola ma soggiogandola allo stesso tempo con il piacere provato.

Non di rado la stessa diventa poi l’amante soddisfatta e compiacente di colui/coloro ai quali quei tentacoli appartengono. Una cosa è certa, anche oggi nel 2022: gli hentai non passano mai di moda.

Potranno essere strani, non convincere, essere un accozzaglia di feticci: ma ci sono serie che durano da anni, la cui produzione ancora consente lauti guadagni per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>