Dildo fatto in casa: un’alternativa

di Valentina Commenta

Sarà la crisi, ma sempre più persone, piuttosto che acquistare dildo in un sexy shop o in farmacia, si mettono alla ricerca in rete di ricette “fai da te” per la costruzione di dildo e vibratori. Spesso e volentieri si tratta di giovani o di persone che prese nell’attimo dell’euforia sessuale vogliono sperimentare qualcosa di nuovo con la dolce metà e non sanno come gestire la situazione al momento perchè non preparati. Volete una alternativa per il vostro dildo fatto in casa? Ve la diamo.

Non l’abbiamo sperimentata, ma è stato così divertente leggerne in rete, che non potevamo esimerci dal presentarvela. Si tratta di lavorare la carta, anche quella di giornale, praticamente creando della cartapesta. Ovviamente questa sorta di “Art attack” di tipo erotico deve essere un pochino più rifinito rispetto a quello che faremmo per puro diletto.  E come sempre non deve mancare un preservativo a coprire il tutto: non pensate mai di poter inserire in una vagina o un ano una cosa che non sia sterile o igienizzata: il rischio di prendere infezioni è sempre presente quando si agisce con questa tipologia di sex toys fatti a mano.

Se si pensa che si possa agire senza una base, magari per dare una forma ben precisa e non convenzionale al dildo fatto in casa, la prima cosa da fare è ovviamente quella di bagnare la carta: solo in questo modo si può dare alla stessa la maniera di creare una “materia” malleabile e modificabile secondo la forma voluta. Per dare al dildo fatto in casa una consistenza decente sono due le strade: o si utilizza un elemento che faccia da scheletro da ricoprire secondo le necessità e quindi in quel caso si usa quindi una “base” di lavoro che poi verrà ricoperta con della carta bagnata e lasciata poi asciugare (alcuni utilizzano proprio la metodologia della cartapesta utilizzando la colla, N.d.R.), o ci si prepara a giocare con la carta bagnata e leggermente macerata a creare proprio la forma del fallo secondo le proprie necessità. Anche in quel caso l’asciugatura è importantissima. Solo così il materiale prende spessore e durezza.

Lo ripeto: tutto va inserito in un preservativo: ed ecco il vostro dildo fatto in casa. Un consiglio? Fatelo se proprio ne avete bisogno: nei sexy shop online si trovano ottimi prodotti a basso prezzo ed meglio affidarsi a loro.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>