Cintura di castità, chiama vigili del fuoco per aprirla

di Valentina Commenta

Quando leggiamo, all’inizio del 2016, che qualcuno ha dovuto chiamare i vigili del fuoco per far aprire la propria cintura di castità, non possiamo fare altro rimanere inebetiti: va bene che nei sexy shop specializzati questo mercato sia florido… ma assicurarsi che funzioni bene prima di indossarla?

Non stiamo inventando nulla: è successo effettivamente a Padova, una donna di mezza età è stata costretta a richiedere l’aiuto dei vigili del fuoco per liberarsi dell’ingombrante ornamento. Le cinture di castità sono un prodotto ancora oggi venduto con successo nei sexy shop. Esse quasi sempre diventano l’oggetto principale del kink di uno dei componenti della coppia o parte di una pratica sadomaso. Ad ogni modo si parla sempre di decisioni condivise dalla persona che la indossa. La donna, di mezza età secondo quanto riportato dalla stampa, avrebbe chiamato i vigili perché impossibilitata ad aprire da sola questo indumento “ingabbiante”.

Fare della facile ironia è facile. Ma a dispetto dell’utilizzo che si faceva delle stesse nel medioevo le cinture di castità hanno ora un significato ed un ruolo del tutto diverso. Non si sa perché la donna abbia deciso di indossarne una. E di certo i pompieri non hanno fatto domande a tal riguardo: è facilmente immaginabile che la situazione fosse molto imbarazzante per entrambe le parti. Quel che speriamo è che prima dello spiacevole incidente la cintura di castità sia servita a rendere felice colei che l’ha utilizzata. Augurandole magari la prossima volta, di acquistare un prodotto di maggiore qualità che non le crei problemi nella rimozione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>