L’ageplay: che cos’è?

di Redazione 2

L’ageplay, o infantilismo, è una pratica fetish molto soft, un gioco di ruolo tra adulti consenzienti dove uno dei partner (in genere di sesso maschile) assume il comportamento di un bambino o addirittura di un neonato, dove il sottomesso viene umiliato con l’obbligo di portare il pannolino. Per questo motivo, l’ageplay viene considerato un roleplay di tipo regressivo, anche se lo scenario può prevedere atti sessuali più o meno espliciti.

Nell’ambito fetish/bdsm l’ageplay di solito viene praticato dalle Mistress su soggetti che da poco si sono avvicinati al mondo sadomaso, per introdurli così al castigo e all’obbedienza, anche con punizioni soft come lo spanking. Di solito i soggetti più coinvolti hanno una personalità fortemente suggestionabile, tanto da lasciare totalmente il controllo nelle mani del soggetto dominante.

Gli scenari più comuni dell’ageplay riproducono i meccanismi di vita familiare: mamma e neonato oppure babysitter e bambino. Ma è frequente anche la coppia maestra e allievo, laddove le punizioni corporali sono più intense, e lo spanking viene sostituito dal caning, una fustigazione violenta sulle natiche che può portare al sanguinamento delle stesse.

L’ageplay può erroneamente essere confuso con la pedofilia, per il marcato infantilismo nel gioco. Nulla di più falso. L’ageplay è un semplice gioco di ruolo erotico, e anche se lo scenario prevede la simulazione di atti incestuosi, questi sono sempre praticati da persone adulte e consenzienti.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>