Sex toys: accessori e pinze per capezzoli

di Valentina Commenta

 Oggi parliamo di sex toys, andando ad esplorare un mondo tornato di prepotenza in auge con il successo della trilogia delle “Cinquanta sfumature di E.L. James. Sebbene mi senta di sconsigliarvi caldamente la lettura della saga, questo nuovo interesse verso il BDSM mi da modo di parlarvi di una tipologia di accessori davvero particolari: le pinze da capezzolo.

Si tratta di oggettistica erotica utilizzati in rapporti sadomaso ma come tutti i sex toys che si rispettino sono composti in materiale anallergico e possono contare su diverse fatture e tipologie.  Il loro scopo, semplificando molto il concetto, è quello di unire dolore e piacere in un’unica soluzione.  Sebbene sia impossibile spiegare a livello teorico cosa si scatena in coloro che ne fanno uso, qualsiasi utilizzatore di questi giochi erotici potrà confermarvi che le sensazioni sono forti ed assolutamente deliziose.

A seconda della “preparazione” della persona vi sono diversi accessori e pinze di diverso materiale da utilizzare. Vi sono le clamp in gomma dotate di pompetta per simulare la suzione del capezzolo e quelle regolabili in metallo per cambiare la potenza della “morsa” a seconda del gusto e del desiderio della coppia: vi sono anche quelle vibranti e autosuggenti. Si tratta di un accessorio unisex, adatto sia ai capezzoli delle donne che a quegli degli uomini, spesso legati ad accessori pensati specificatamente per la vagina o per il  membro maschile. Uno dei sex toys più venduti del genere Bdsm in molti sexy shop è il completo che unisce le pinze da capezzolo all’anello per il pene: in quel caso la stimolazione è creata direttamente dal corpo umano e dalla sua eccitazione.

A prescindere dal materiale con il quale sono composti, il capezzolo, sebbene costretto dall’accessorio, non è mai sottoposto a pressioni “taglienti” o che possano ferirlo.  Questa tipologia di compendio è spesso collegata a pratiche di bondage ed è tipica dell’oggettistica utilizzata dai sottomessi ad un master o una mistress.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>