Roxy Raye: vita da pornostar

di Valentina Commenta

Oggi per la nostra rubrica “Vita da Pornostar” ho scelto un’attrice molto particolare: Roxy Raye. La scelta di oggi non è stata basata su una particolare storia strappalacrime della sua vita. Ma da una sua capacità davvero importante nella categoria pornografica nella quale la giovane sembra aver deciso di dare il meglio di se stessa: quella di controllare in maniera incredibile i muscoli del suo ano e tutto ciò che lo riguarda. E’ davvero unica nel suo genere.

O almeno è senza dubbio quella più capace. Ciò che questa ragazza, la cui data di inizio carriera è sconosciuta ma che dovrebbe avere più di venti anni dato che per sua stessa ammissione ha raccontato di aver iniziato come cam girl circa due anni fa, riesce a fare, se per un uomo risulta estremamente eccitante, per una donna diventa una sorta di documentario della “National Geographic”. Nella gallery messa a punto per voi ho tentato di darvene un assaggio senza compromettere le nostre regole.

Ciò che un cultore dei suoi film può assicurarvi è che con lei anatomia si può studiarla davvero dal vivo, avendo lei una capacità incredibile nello gestire la sua ampolla rettale. Non per nulla è stata scelta anche da Jay Sin, forse il più grande regista del genere Anal, per le sue scene. Per ciò che riguarda la sua carriera, Roxy preferisce muoversi in “solitaria”. Non disdegna scene lesbo e strap-on, ma non di sovente si vede in coppia con un partner maschile. Dildo, fisting: per lei non hanno davvero segreti.

E dato ciò che è in grado di creare da sola, non si può darle torto. La giovane alterna la sua carriera da pornostar a quella di studentessa, grazie anche ad un sito personale che gestisce da sola. Alla mano e briosa, è una delle poche attrici che ancora contano su un corpo totalmente privo di ritocchi di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>