La Pupa ed il Nerchione: epic fail

di Valentina Commenta

Oggi per voi un nuovo appuntamento di “Recensioni a 69“. Credetemi sulla parola, per produrci in una recensione di “La pupa ed il nerchione” vi vogliamo davvero un mondo di bene. Altrimenti, dato quello che ci siamo trovati davanti, forse avremmo gettato la spugna dopo i primi minuti di visione.

Ora, un porno è sempre un porno. Alla fine divertente da vedere anche quando mal fatto. Solo che de “La pupa ed il nerchione” l’unica cosa che viene facile salvare è solo ed esclusivamente il pene di Luca Tassinari. E questo decretato da un punto di vista strettamente femminile e per non tutta la durata dei vari rapporti sessuali. Poi chiariamo una cosa: nessuno, e men che mai l’ex secchione può anche solo per scherzo sfidare il re Rocco Siffredi. E’ irraggiungibile. Nonostante gli sforzi. Ecco, la parola giusta per recensire questo film è sforzo. Santa pace, manco il gioco anca-bacino era soddisfacente. Insomma, il nonno pornostar giapponese Tokuda, alla veneranda età di 77 anni , mica ha bisogno di reggersi il fianco per spingersi dentro!

Fate un favore a voi stessi…guardatelo solo se siete disperati. Per quanto pessimo, almeno quello di Sara Tommasi aveva un suo perchè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>