Lifting ai testicoli per George Clooney

di Valentina Commenta

lifting testicoli george clooney

George Clooney si è sottoposto al lifting ai testicoli. Va detto che dopo questa notizia, possiamo chiudere bottega tutte noi donne e finirla qui, davvero. Sex symbol di indubbia fama, questo adone dai capelli brizzolati ha raccontato tra le altre cose in una recente intervista di essersi sottoposto al ball ironing, letteramente alla stirata di palle.

Ci rendiamo conto che l’intera faccenda non suoni poi tanto bene, ma dategliene atto, George Clooney è un grande se ammette senza problemi che invece di farsi stirare le zampe di gallina intorno agli occhi ha preferito dare una sistemata alla sacchetta dei gioielli di famiglia. Ora, si tratta di una storia che gira dal 2008 e Dio solo sa perché i media di tutto il mondo si siano riconcentrati sulla questione. Ma a quanto pare tra i maschietti dello show business e quelli dotati di una certa fortuna pecunaria, lo “scrotum lift” non è poi una pratica così inusuale. Anche solo per farsi “dividere” i testicoli ed essere in qualche modo “più attillati”. E poi parlano tanto delle donne che vogliono farsi dare una sistemata alla farfallina. Almeno noi donne nella maggior parte dei casi interveniamo dopo il parto, e non per semplice vanità.

Ma se un uomo vuole, detto fuori dai denti, le palle lisce, non è pura e semplice voglia di essere ammirati? Insomma, a meno che una donna praticando del sesso orale e dedicandosi alla parte non incontri “particolari problemi” nel gestire il tutto, perché sottoporsi ad una simile pratica? La speranza, a dire il vero, è che Clooney si sia inventato una balla per scherzare con i giornalisti. Più che altro per lui. Anche se trovo veramente comico immaginarmi l’attore che accende la televisione ed in queste ore scopre di essere tornato alla ribalta sui media perché tutti parlano delle sue palle.

Ad ogni modo, signori uomini lettori di Cooletto, voi cosa ne dite? Ve la fareste dare una stiratina là sotto?

Photo Credit | Getty Images

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>