Le catacombe di Parigi usate come set per film porno

di Cristiana Commenta

Fare cinema costa caro, e anche nel porno scatta la ricerca di location a costo zero, luoghi dove filmare le scene più hot, meglio se usate di nascosto senza pagare nessuna tassa al proprietario. È il caso delle celebri catacombe di Parigi, da tempo meta privilegiata di agguerriti registi e pornostar.

Le catacombe sono visitate ogni giorno da decine di turisti. Perciò è facile per le pornostar e la troupe cinematografica approfittare della confusione per mescolarsi ai visitatori. Poi quando la via è libera, ecco gli operatori tirare fuori dallo zaino la telecamera, mentre le attrici si liberano dai vestiti.

These sly people pass themselves off as tourists, hiding all their equipment, like cameras, in bags. Then as soon as they get downstairs, the girls strip off, the crew films without any fuss, and they leave, unseen and unnoticed.

A denunciare le attività insolite che si verificano nei sotterranei parigini è stato proprio il Musée Carnavalet che si occupa della gestione delle catacombe. Secondo il museo questo passaggio clandestino di attori e registi hard sta diventando una piaga inarrestabile, tanto da aver reso necessaria la creazione di una speciale pattuglia anti-porno che ispeziona i sotterranei per individuare movimenti sospetti.

Fare sesso in mezzo agli scheletri è la moda del momento, e forse si ispira al progetto fotografico “Naked City Spleen” dell’artista Miru Kim che raffigura proprio l’artista completamente nuda e distesa sopra una pila di scheletri (foto sopra). Perciò la pornografia, ancora una volta, dimostra di stare al passo coi tempi, rinnovando le atmosfere dell’erotic underworld con qualche elemento gotico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>