Coronavirus, come cambia il porno

di Valentina Commenta

Come cambia il porno ai tempi del coronavirus? Si è tentato di affrontare il discorso per ciò che riguarda i rapporti sessuali e le relazioni interpersonali, tentando di comprendere se il sesso con mascherina e guanti potesse essere una reale soluzione: il settore del porno ha dimostrato di non essere rimasto fermo a guardare.

Il porno pronto ad adeguarsi?

Bisogna partire da un presupposto: quando si parla del business del porno ci si trova davanti a un settore che a causa dell’AIDS, specialmente negli Stati Uniti, ha dovuto imparare a regolamentarsi con attenzione al fine di evitare spiacevoli contagi. Cosa significa questo? Semplice: attori e attrici, Soprattutto quelli che lavorano “in proprio” sanno come dover gestire la produzione dei propri video, facendo attenzione alla salute di coloro che si trovano davanti e dietro lo schermo.

È ancora presto per poter stabilire quali saranno i cambiamenti permanenti della produzione dei film a luci rosse nell’era post coronavirus: quel che appare abbastanza palese è che la necessità di mantenere la distanza sociale porterà a un impennata dei video con attrici e attori soli davanti alla telecamera e che i video in coppia o più saranno possibili solo se verrà certificata la buona salute dei partecipanti, previa esecuzione di un tampone.

Con il coronavirus cambiano anche gli spettatori

Il coronavirus ha però cambiato, tra le tante cose, anche il sentimento con il quale si approcciano le persone ai contenuti del porno. Prima una parodia legata a specifici casi avrebbe fatto ridere senza creare troppo scalpore: ora la Germania per prima, seguita da molti commentatori esterni al paese teutonico, ha dimostrato come sul coronavirus difficilmente si riesca del fare dell’ironia anche nell’ambiente della filmografia dedicata ai maggiori di 18 anni.

E’ stato emblematico infatti il caso di Fiona Fuchs, una nota pornostar, che ha scoperto quanto i suoi stessi fan non gradiscono nonostante l’affetto che lei prenda in giro l’attuale situazione legata la pandemia.

L’attrice ha infatti girato un video nel quale richiede della carta igienica in cambio di sesso.in Germania la mancanza di carta igienica è stato uno dei segnali più forti della paura scatenata dal covid-19 e a quanto pare lo scherzarci sopra, seppure solamente in un porno, non è gradito.

E questo nonostante la donna, almeno all’inizio del video sembri prendere le giuste precauzioni per ciò che concerne la sicurezza: é infatti possibile vederla nei primi minuti della clip con indosso guanti e mascherina indossati correttamente. È evidente che a livello tecnico, soprattutto in questo momento, sia necessario avere la certezza dello stato di salute degli attori e della troupe: sarà in grado il settore di farsi trovare preparato a questa nuova sfida?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>