Promiscuità femminile: il nuovo trend delle ragazze kiwi

di Giada Commenta

Fare sesso e intrattenere relazioni erotiche per il gusto di poter dire, all’uomo con cui si esce, che si è in grado di vivere la vita sotto le lenzuola meglio di quanto sappiano fare gli uomini. E’ questa la nuova tendenza delle ragazze della Nuova Zelanda che, stufe di essere additate come romantiche e pudiche, hanno scelto la via del libertinaggio a ogni costo.

La compatizione tra uomini e donne ha così preso inizio, tra mutandine dimenticate nella stanza di “Quel biondino sexy conosciuto sulla spiaggia” e in macchina di “Quel moro che mi ha offerto il drink al lounge bar”: sorrisi maliziosi, occhiatine sexy e una parolina scambiata con la consapevolezza di chi sa già come andrà a finire. Le serate delle ragazze kiwi sono tutte condite da un po’ di pepe e tanta spregiudicatezza. Ma non sono solo i club privè a parlare chiaro: anche le ricerche confermano il trend (o, come direbbe mai nonna, il “brutto andazzo”) delle ragazze neozelandesi. “C’è un nuovo genere di donne che sta prendendo piede in Nuova Zelanda: molte di loro sono giovani e scelgono il sesso per competere con i ragazzi della loro età o, addirittura, quelli più adulti”. A parlare è Mrs. Hodson, direttrice di Sex Therapy NZ, che ha definito nella fascia di età di 20 e 30 anni le nuove Casanova: ragazzacce desiderose di incidere sul muro di casa tante barre quante le vittime che hanno soddisfatto sotto le lenzuola.

I rischi, morale a parte, sembrano però essere molti: soprattutto perché il trend delle kiwi-girls non ama affatto l’uso di anticoncezionali e protezioni di qualsiasi tipo; un ora-tutto-e-subito che farebbe preoccupare medici e psicologici che già temono numerosi ragazze madri totalmente inesperte al nuovo ruolo e bisognose di sostegno. Risultato? Campagne anti-promiscuità su tutto il territorio, un modo per stimolare la riflessione nelle ragazze del Paese e spronarle a riflettere prima di avere rapporti completi non protetti. La campagna verrà lanciata proprio in questi giorni e durante lo stesso periodo il Paese ha scelto di dedicare anche numerosi sforzi alla campagna anti-alcool e sbronze. Ragazze, che senso ha dare da mangiare a venti scorfani quando potete vantare un bello squalo?

[Photo Credits photobucket]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>