BDSM, lo Slave Contract o accordo di schiavitù.

di Cristiana 2

Nel BDSM, tra il Padrone e la schiava si crea un legame di appartenenza così profondo che talvolta i due possono decidere di firmare un contratto che leghi l’uno all’altra. Tale contratto, pur non avendo una valenza legale, può rafforzare l’unione tra “Master” e “slave”, appagando il reciproco desiderio di appartenenza.
Dopo la piccola “interruzione”, troverete un esempio di Slave Contract, un accordo di schiavitù tra Padrone e schiava, tratto dal sito di Master Aton.
A proposito del termine “riduzione in schiavitù”: ricordiamo ai lettori che la schiavitù è un vero e proprio reato e che termini come Padrone e schiava sono usati esclusivamente nell’ambito di un gioco erotico.

Esempio di Slave Contract:

Volontariamente, in modo pienamente consensuale, nel pieno possesso di tutte le facoltà mentali, senza alcuna costrizione da parte di alcuno, le seguenti persone: XXXXXX e XXXXXX stipulano il seguente contratto stabilendo così i termini esatti del reciproco accordo relativo al rapporto tra i due soggetti che saranno da qui indicati con i termini Padrone e schiava.

La schiava consapevolmente decide di sottomettersi al suo Padrone e ad ogni sua volontà sia nella forma che nella sostanza di ogni suo atto.

La schiava riconosce in base alla sottoscrizione del presente contratto che il suo corpo appartiene totalmente al suo Padrone che potrà farne l’uso che riterrà opportuno senza alcuna limitazione.

La schiava decide sottoscrivendo il presente contratto di rinunciare alla possibilità di interrompere le pratiche, le sessioni, e qualsiasi atto a cui il Padrone decida di sottoporla.

La schiava è consapevole che urlare, pregare e/o supplicare di porre termine alle pratiche che il Padrone di volta in volta deciderà non servirà a interrompere tali pratiche o cambiare la posizione della sua condizione scelta di sua iniziativa e volontariamente con il presente contratto.

Compito principale della schiava è la soddisfazione totale del suo Padrone. La schiava si impegna a soddisfare il Padrone nel miglior modo possibile ponendo il piacere e la soddisfazione del Padrone prima di ogni altra cosa al mondo). La schiava si impegna formalmente a rinunciare totalmente a sé stessa, e decide di affidare il suo corpo, la sua anima, e la sua morale in modo totale, pieno ed esclusivo nelle mani del suo Padrone che potrà disporre di lei senza limitazioni alcune.

La schiava è consapevole che l’inottemperanza a queste norme comporterà l’applicazione di punizioni da definirsi di volta in volta e che il Padrone riterrà più opportune, fino alla rescissione del presente contratto.

La schiava firmando il presente contratto dichiara di essere pienamente consapevole che fin dalla sua firma il Padrone userà il suo corpo e la sua mente anche attraverso pratiche sadomaso estreme e che non vi saranno limiti, durante tali pratiche e che il suo Padrone potrà imporle quello che lui desidera e ella si impegna firmando il presente contratto ad accettare qualsiasi comportamento e pratica e le relative conseguenze.

La schiava si impegna a non mentire mai e in nessun caso al suo Padrone né a nascondergli nulla della sua vita presente, passata e futura, riguardo tutte le situazioni e condizioni morali e fisiche proprie e dei suoi conoscenti

La schiava non dovrà mai avere rapporti con altri/e persone senza il consenso espresso del suo Padrone.

Allo stesso modo alla schiava è impedita ogni forma di autoerotismo e ricerca del proprio piacere senza espressa autorizzazione del Padrone. La schiava, se dovesse avere il desiderio di godere, potrà chiederne l’autorizzazione al Padrone e accetterà in ogni caso le sue decisioni.

La schiava firmando questo contratto si impegnerà dalla firma dello stesso ad accettare qualsiasi ordine del Padrone, tra i quali quelli relativi all’abbigliamento, allo stile di vita e alle frequentazioni di luoghi, persone e situazioni che il suo Padrone gli imporrà.

La schiava accetta espressamente tutte le punizioni che il Padrone vorrà imporgli con o senza giustificato motivo e le relative conseguenze .

La schiava si impegna con questo contratto in modo formale e sostanziale a mantenere la totale segretezza su quanto il Padrone le dirà o farà insieme (o senza di lei) e si impegna a mantenere segreta altresì la sua condizione di schiava se non ordinato diversamente dal Padrone.

La schiava si esprimerà sempre molto umilmente e consapevole del suo ruolo di sottomessa al suo Padrone.

Il Padrone accetta espressamente di prendersi cura della sua schiava, di curarla, punirla ed addestrarla al fine del suo esclusivo piacere e del suo godimento, fornendo alla schiava le spiegazioni necessarie al suo soddisfacimento.

Il Padrone si fa carico di educare correttamente la schiava a punirla umiliarla ed utilizzarla per i propri bisogni.

Noi sottoscritti XXXXXX nominata come schiava e, XXXXXX denominato come Padrone ci impegniamo da oggi xX/xx/xxxx a rispettare gli articoli del presente contratto, liberamente sottoscritto da entrambi e firmandolo di proprio pugno.

Via | Master Aton

Commenti (2)

  1. Mi sono imbattuto in questa tua citazione di un mio scritto.

    Sebbene sia una delle parti che reputo meno emblematiche del mio sito (e del mio concetto di bdsm )perchè troppo formale voglio farti i complimenti per la correttezza della citazione e la precisione nello specificare (come faccio io nel mio sito) che si tratta di un contratto solo per modo di dire (essendo terminologia formale da gioco di ruolo)…e che in nessun caso i termini padrone o schiava si riferiscono a atti coercitivi ma sono semplicemente una forma di gioco tra persone adulte e e consapevolmente consensienti .

    Complimenti di nuovo estesi a tutto il lavoro sul vostro blog
    A poi
    MasterAton

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>